– Marsala, storia e vino (8°post del viaggio)

A Marsala, 12 agosto 2011

Marsala è famosa a tutti  per lo sbarco dei Mille guidati da Garibaldi  l’ 11 Maggio 1860 e per la produzione dell’omonimo vino Marsala.

Entriamo dunque in Marsala in un caldo pomeriggio di agosto, i nonni chiacchierano sulla gradinata all’ombra del maestoso Duomo,  che con altri palazzi chiude una piazzetta/punto di incontro per i residenti che non si lasciano intimorire dal passaggio di gruppetti di turisti interessati e soddisfatti dal luogo.

Duomo di Marsala

La chiesa madre è situata sulla piazza della Repubblica ed è stata costruita intorno al 1176 per volontà dei Normanni. Il Duomo di Marsala è stato dedicato a San Tommaso Becket di Canterbury, a causa del naufragio di un’imbarcazione diretta in Inghilterra, la quale trasportava intere colonne corinzie e che tali colonne erano destinate alla costruzione della chiesa di San Tommaso in Inghilterra. Tale naufragio avvenne presso la spiaggia di Marsala.

  (San Tommaso Becket assassinato nella Cattedrale di Canterbury)

Visita alle cantine Florio


Dopo una merenda in attesa dell’ora di visita alle Cantine Florio, ci uniamo al folto gruppo di turisti e ascoltiamo con interesse la guida che ci condurrà poi in una bella sala apparecchiata per una degustazione guidata di vini,  e al market per qualche acquisto.

Anche per il vino di Marsala, in principio, fu tutto merito degli inglesi.

L’ incontro fra il vino  Marsala e l’Inghilterra fu del tutto casuale ma si dimostrò duraturo e intenso, tanto che, ancora oggi, le cantine di Buckingham Palace continuano a rifornirsi di vino Marsala. (per approfondire  leggere  QUI)

Vi lascio al filmato per un “assaggio”  di Marsala con l’aiuto dei Pink Floyd suonati dai bravissimi Brit Floyd in “Us And Them”