L’ “anello”di San Valentino

Non è che mi importi o mi sia mai importato il festeggiamento del giorno degli innamorati. Ma in questi tempi di minor svago c’è più attenzione ai particolari e si recupera la voglia di dar un po’ di brio ai nostri giorni.

Ebbene quest’anno, il 14 febbraio -San Valentino- la ricorrenza della festa degli innamorati è caduta in un giorno in cui sono andata a fare una bella camminata con mio marito. Questo giro lo abbiamo programmato velocemente solo perchè eravamo liberi da altri impegni.

Però è amore apprezzare di non essere soli!

L’aria è frizzante appena scesi dall’auto: è da amare questo freddo, come è da amare l’avere un berretto e una sciarpa per proteggersi da lui quando diventa fastidioso!

Non conosciamo bene i percorsi: è amore il poterli scoprire, l’avventura e non la paura di aprire gli occhi su nuovi passi, su nuovi sforzi!

Amare le case abbandonate perchè una volta sono state indispensabili, amare quelle recuperate dove la vita torna a governarle, amare la casa di sconosciuti che forse non l’hanno mai amata, amare i muri instabili per la loro pietosa inutilità…

Amare il sole che mi fa togliere berretto e sciarpa, amarlo è facile oggi che l’aria è fresca!

Un uomo lavora la terra e ci indica la strada: è un regalo averlo incontrato e un regalo avere una strada da percorrere. Amiamo ogni sorta di regalo inaspettato.

Gli occhi ci regalano visioni che allungano lo spazio e confondono il tempo.

Amiamo la fatica che ci costa questo spettacolo, amiamo la debolezza che ci costringe a far prezioso questo dono.

————————

Galleria di foto del nostro “anello”di San Valentino:

Video Relive che ci ha seguito nel nostro anello del Giro sulla “Culmen” a San Valentino 

 —————————

Scritto, documentato e pubblicato da

Maria Valenti/Alicemate  ^_^