“La coperta” del capodoglio (Moby Dick)

Dal libro “Moby Dick” di Herman Melville, alcune interessanti curiosità: la pelle del capodoglio pare decorata da segni simili a incisioni italiane, a geroglifici egizi, oltre a presentare scorticature provocate da incontri con altri giganti.

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQyg0tDF9-d4fbQ17N0VQZRk639VdIbJpO8FBQkCny1QNq-55jPQw  

geroglifici

https://metrouk2.files.wordpress.com/2016/01/ad_1941906131.jpg?w=748&h=495&crop=1

Capodoglio arenato in Inghilterra (foto da internet)

E come mai si parla di “coperta” nel capitolo che descrive le caratteristiche della sua pelle? La balena ha bisogno di proteggersi dal freddo polare dove trova la maggior parte di cibo, come dal caldo dell’equatore dove soggiorna a causa delle  migrazioni utili alla  riproduzione. Quindi quale buona coperta isolante utilizzerà?

fiocco di neve      https://alicemate.files.wordpress.com/2016/03/8f96d-capodoglio.jpg

Risultati immagini per sole         https://dedalus2015.files.wordpress.com/2016/02/download1.png?w=748

Sentiamo che ci racconta Melville in “Moby Dick”:

coperta 1coperta 2

Ah, c'è stato un particolare che ha attirato la mia attenzione su questo 
capitolo: a scuola ho appena spiegato i geroglifici (in storia) 
e il calore, conduttori e isolanti (in scienze) 
Buono il mio accordo con la lettura?!