– A Salemi per Marsala (7°post del viaggio)

Venerdì 12.08.2012 SALEMI per Marsala

Lasciata la fresca area di sosta di Scopello ci inoltriamo all’interno,  tagliando la punta nord/est della Sicilia, con  Trapani, Erice… ma qualcosa bisogna sacrificare purtroppo. (link per cartina)

Incontriamo ovunque segni dell’antico passato ma anche della fertilità del terreno. Superiamo Calatafimi, Segesta, e facciamo sosta a Salemi dove subito la piazza della cittadina ci accoglie e  incuriosisce con un cartellone che ci fa scoprire che Sgarbi Vittorio è il Sindaco,  in questo luogo dove il 14 maggio del1860 assumeva la dittatura in nome di Vittorio Emanuele II,  niente meno che il famoso Garibaldi alla guida dei suoi Mille  che,  issando la bandiera tricolore sulla torre del Castello Normanno, proclamò Salemi “Capitale d’Italia”.

Salemi,  fu capitale d’Italia per un solo giorno, ma proprio a Salemi fu promulgata una delle prime leggi dell’Italia Unificata dando così alla città l’onore di  prima capitale dell’Italia liberata. Salemi, quindi, sta a Torino (dove il 17 marzo 1861 è stata proclamata l’Unità d’Italia) come l’atto di concepimento alla nascita.  Da Wikipedia]

Ora metto le foto del giro in Salemi: salita al Castello e discesa fino al Municipio, spesa pranzetto e ripartita lungo un bellissimo tratto coltivato a viti e mandorli…

Questo slideshow richiede JavaScript.