Compleanno nel lapbook

Tenerissimo il biglietto di auguri ricevuto per il mio compleanno!!!

Mi ha anche fatto capire quanto la maestra stia invadendo la zona famigliare, quanto però sia anche commuovente scoprire di essere ascoltata, tollerata e spero un po’ considerata!

Ecco il biglietto di auguri: (cliccare su immagini per ingrandire)

  •  la forma è di un lapbook (dalle idee delle sorelle GG per i lavori dei miei alunni)
  • il contenuto sotto forma di giochi ed ironia, rispecchia le mie relazioni quotidiane (la famiglia al completo; il metodo analogico di Camillo Bortolato con le cornicette e il conteggio mentale -le palline in ordine!-; letture scolastiche e collegamenti intorno a balene, Lipman, Melville; sempre il richiamo allo scherzo dei due grandi Joyce e Jobs; il computer -tastiera- sempre presente.

Ecco chi si nasconde sotto!

Su Moby Dick e Pinocchio, di Alicemate, cioè io:

 

 

 

La vita come un telaio (in Moby Dick)

La vita come un telaio, dove l’ordito è l’ineluttabilità, la trama intrecciata con la spola dalla mano dell’ uomo: il libero arbitrio, la spada (il pettine) che comprime i fili dando origine al disegno del tessuto: il fato.

Una bella similitudine fra vita e tessitura.

Così Melville scriveva nel 47° capitolo di Moby Dick: “L’intrecciatore di stuoie”, in una poetica pagina sulla baleniera Pequod, un momento prima della di avvistare le prime Balene:

L'intrecciatore di stuoie

L'intrecciatore di stuoie 2L'intrecciatore di stuoie 3

link da cui ho tratto il testo:

L’intrecciatore di stuoie

(Le immagini sono prese dal web)